• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

23 maggio 1992 – 16 anni dopo

Sono passati ormai 16 anni da quando il tritolo piazzato sull’autostrada che da punta raisi porta a palermo ha fatto saltare letteralmente in aria il giudice Falcone, la mogliee gli uomini della scorta.

Quel che accadde già lo spiega in maniera precisa il video, oggi vorrei poter commemorare questa grande persona semplicemente riportando alcune sue parole che ci possano aiutare a riflettere quando gravoso e importante sia il lavoro della lotta alla mafia:

Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini.

In sicilia la mafia colpisce i servitori dello Stato che lo Stato non è riuscito a proteggere.

…l’importante non è stabilere se uno ha paura o meno, è saper convivere con la propria paura, non farsi condizionare dalla stassa… Ecco il coraggio è questo, altrimenti non è più coraggio, è incoscenza..

L’impegno dello Stato nella lotta alla criminalità organizzata è emotivo, episodico, fluttuante. Motivato solo dall’impressione suscitata da un dato crimine o dall’effetto che una particolare iniziativa governativa può suscitare sull’opinione pubblica.

Un’affermazione del genere costa molto, ma se le istituzioni continuano nella loro politica di miopia nei confronti della mafia, temo che la loro assoluta mancanza di prestigio nelle terre in cui prospera la criminalità organizzata non farà che favorire sempre di più Cosa Nostra.

Temo che la magistratura torni alla vecchia routine: i mafiosi che fanno il loro mestiere da un lato, i magistrati che fanno più o meno bene il loro dall’altro, e alla resa dei conti, palpabile, l’inefficienza dello Stato.

Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell’esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell’amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere.

Basta che ognuno faccia il suo dovere.. C’è chi dice che queste persone stanno oggi facendo molto di più da morti che quanto mai avrebbero potuto fare da vive. Facciamo in modo che il loro sacrificio non sia stato vano e che non ce ne debbano essere altri.

Massimo Brugnone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: