• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

    Altre foto

La mafia è a Busto? La società civile è pronta a combatterla

Fonte: http://www.varesenotizie.it

MERCOLEDÌ 13 OTTOBRE 2010 01:00 TIZIANO SCOLARI

BUSTO ARSIZIO – Morti ammazzati, interessi del 100% sui prestiti, traffico di armi. Sembra Gela e invece è Busto Arsizio. Una sala convegni del Museo del Tessile strapiena di gente ha ascoltato, ieri sera, gli interventi di Peter Gomez e dei ragazzi diAmmazzateci Tutti. “Qualcosa sta già cambiando”.

“Il cambiamento generazionale tanto caro a Paolo Borsellino sta già avvenendo, oggi”. Massimo Brugnone, coordinatore regionale di Ammazzateci Tutti, parla all’incontro sulla Mafia organizzato dal circolo locale di Sinistra ecologia e libertà. C’è una nuova consapevolezza: “forse per la prima volta siamo qui a parlare di mafia con la consapevolezza che la mafia c’è anche a Busto, a Legnano, a Lonate Pozzolo”. Una realtà che presto potrebbe essere comprovata anche da una sentenza del tribunale di Busto Arsizio. “Alcuni degli imputati al processo chiederanno il rito abbreviato per avere lo sconto di un terzo della pena. Anche loro pensano che le prove del pm siano fondate”. Il cambiamento, però, si respira già nell’aria. Non fosse altro per la sala piena di gente, soprattutto ragazzi, in un martedì sera qualsiasi.

UNA MAFIA A STRUTTURA PIRAMIDALE

Brugnone parla anche di una nuova ‘Ndragheta che emerge dal processo di Busto. Una ‘Ndragheta a struttura piramidale e non orizzontale, con una “cupola” che raccoglie i capi delle 15 locali sparse per la Lombardia.Come la Cosa Nostra della Palermo degli anni degli attentati. La Mafia è quindi anche nella nostra Regione e la ‘Ndragheta è “un fiume in piena che unisce Calabria e Lombardia”. Bisogna quindi “accelerare i tempi” e iniziare ad aprire le bocche anche a Busto perché “anche in questa sala c’è qualcuno che paga il pizzo, che è omertoso”. Per evitare che anche in Lombardia si possa aver paura a girare per le strade, come accade in questi mesi in Calabria.

I RAGAZZI OSTACOLO ALLA CRIMINALITA’

La Mafia è in Lombardia. Taglieggia, chiede il pizzo, muove la terra e costruisce case e palazzi, agendo sui piani regolatori. Ha rapporti importanti, sostanziali, con il mondo politico. Secondo Peter Gomez è proprio il mondo politico a dover mandare segnali di sfida alla Mafia. Anche se spesso accade tutt’altro. Tutto perduto, allora? Per nulla. Prima di Brugnone parla Davide, 16 anni, di Ammazzateci Tutti Busto Arsizio. Racconta quello che ha fatto, dal 2005, la Locale di Legnano – Lonate. Parla di rapine, furti, morti ammazzati. Fa i nomi: Renzivillo, Emanuello, Rispoli, Filippello. Poi dà la soluzione al problema, semplice e concreta:perseguire e pretendere, tutti i giorni, Legalità.“Partendo dal chiedere lo scontrino al bar” perché“dobbiamo essere noi l’ostacolo alla criminalità”. Tra il pubblico erano presenti anche alcuni ragazzi della Giovane Italia, a riprova che la legalità debba essere un valore di tutti. E ancora Dario, che questa mattina erain tribunale con i compagni dello Scientifico per l’udienza contro la ‘Ndrangheta. “Oggi ho capito l’importanza di partecipare quando un processo è pubblico, per far capire che non siamo indifferenti. Oggi eravamo in 20, il 23 novembre (alla prossima udienza, ndr) dobbiamo essere in 40″. Allora forse non tutto è perduto. La mafia è in Lombardia e c’è da tempo. Ma qualcosa è già cambiato.

tiziano.scolari@yahoo.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: