• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

Villa al mare e Stomp a Legnano: i beni sequestrati alla ‘Ndragheta

Fonte: http://www.varesenotizie.it

VARESE – Lo Stomp a Legnano e il Billiard Cafè a Busto ArsizioQuesti i due locali sequestrati all’Ndragheta. Ormai è una certezza: l’Ndrangheta al nord viaggia in macchine costose, vive in centro, possiede bar, ville al mare, appartamenti, stazioni di servizio e società.

Lo hanno confermato nuovamente ieri, venerdì 5 novembre, i Carabinieri del Comando Provinciale di Varese, con il supporto dei Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria presso il Tribunale di Milano, dei Comandi territorialmente competenti e del 2° Nucleo Elicotteri di Orio al Serio, con una successiva fase, che ha portato al sequestro di beni mobili e immobili, dell’operazione Bad Boys. I beni sequestrati ieri alla “Locale di Lonate Pozzolo”, costola della cosca farao-marincola della ‘ndrangheta di Crotone, ammontano a 7 milioni di euro, secondo una stima iniziale che punta al ribasso.

I DUE ESERCIZI COMMERCIALI SEQUESTRATI

Si chiamano Stomp, Live Music ClubBilliard Cafè i due locali posti sotto sequestro: il primo a Legnano, in via Zaroli (centro), il secondo a Busto Arsizio, in via per Fagnano. Sul sito dello Stomp Club i due risultano collegati, e in effetti era proprio così perchè a dirigere le baracche, in veste non ufficiale, vi era Vincenzo Rispoli, il “principe nero” di Giulio Cavalli. Il Billiard Cafe, con una superficie di circa 1000 mq all’interno della quale si trovano tavoli da biliardo e slot machine, era “l’ufficio” del vertice della cosca mafiosa. I militari dell’Arma nel 2007 hanno ripreso all’esterno del locale Rispoli che dava disposizioni a Emanuele De Castro e Nicodemo FIlippelli, tutti originari di Cirò Marina e trapiantati a Legnano. Sequestrato anche un distributore di carburante, con annesso un bar, a Lonate Pozzolo, sito di fronte ad un noto centro commerciale.

UNA VILLA AD ARENZANO

Sempre di proprietà di Rispoli la villa, vista mare, sequestrata ad Arenzano (Liguria) e altre due ville a Lonate Pozzolo di Filippelli. Così come 6 appartamenti, uno di De Castro e i rimanenti del “principe nero”, siti tra Legnano, Lonate, Gallarate e Busto Arsizio, quattro box e un magazzino. Numerosi conti correnti e quote societarie, poste sotto sequestro, e due società immobiliari, facenti capo a De Castro, Mavisa e Gangi: la prima situata a Lonate Pozzolo, già sequestrata dal DDA di Milano nelle operazioni precedenti.

Valeria Deste

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: