• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

Minorenni «imprenditori» dello spaccio a scuola: diecimila euro al mes

Fonte: http://www.milano.corriere.it

Arrestati un 15enne e un 17enne che avevano organizzato un vero business vendendo hashish e marijuana

MILANO – Avevano creato, in due, una sorta di «impresa» con un fatturato da poco meno di 10 mila euro al mese. Niente male, per due scolari di 15 e 17 anni: peccato che l’attività imprenditoriale intrapresa fosse illegale. I due minorenni infatti avevano basato il loro business sullo spaccio scolastico, organizzato con criteri scientifici nei due istituti frequentati. Sono stati arrestati dalla polizia a Milano. I due, entrambi italiani e figli di genitori separati, non si limitavano a spacciare occasionalmente piccole quantità di hashish e marijuana ai compagni, come avviene con una certa frequenza nelle scuole superiori, ma realizzavano somme importanti; i guadagni poi (circa duemila euro al mese a testa) non venivano spesi in vestiti o locali, ma reinvestiti sistematicamente nell’acquisto di stupefacenti.

IL GIRO DI CLIENTI – L’attività dei due ragazzi, come hanno raccontato gli investigatori del commissariato Centro Milano, ancora non mostrava collegamenti con la criminalità locale, a parte i fornitori della droga. I due avevano però un nutrito giro di clienti, composto da un gruppo di compagni di scuola e da una cerchia più allargata di amici degli stessi. Ai compagni le dosi, concordate all’intervallo negli istituti, venivano consegnate all’uscita da scuola. Per gli amici, l’appuntamento era nel condominio in cui viveva uno dei due arrestati.

L’APPOSTAMENTO – Gli agenti del Commissariato Centro, dopo una serie di appostamenti, hanno sorpreso mercoledì S.P., 17enne incensurato, mentre usciva da casa in via Anfossi in sella allo scooter. Il giovane stava andando a scuola, il liceo linguistico di Lambrate, con alcune dosi da 0,3 grammi di marijuana nello zaino e pronte per essere vendute ai compagni. Nella cantina del suo palazzo, in un complesso di case popolari, sono stati trovati altri 480 grammi della stessa sostanza, che, venduta al dettaglio, avrebbe fruttato circa 7.200 euro. Il 15enne, L.B., abitante in un’altra zona della città, ma amico e «socio» del 17enne, è stato invece sorpreso mentre era circondato da un gruppo di cinque probabili clienti, tutti minorenni, tra cui un sicuro acquirente straniero di 18 anni segnalato in Prefettura. Il giovane pusher, studente dell’istituto turistico in zona via Pompeo Leoni, era in possesso di 200 euro in confezioni di hashish, anche queste destinate in gran parte allo smercio all’esterno della scuola.

GENITORI IGNARI – I genitori dei due giovanissimi spacciatori sono caduti dalle nuvole alla vista della polizia: non si erano mai accorti di nulla. Secondo le ricostruzioni degli investigatori, i ragazzi utilizzavano la cantina come deposito della droga, che quotidianamente veniva in parte prelevata e trasportata fino alle due scuole. Durante l’intervallo si accordavano con i compagni per la vendita al termine delle lezioni, appena usciti dall’istituto. La voce circolava e nel pomeriggio, come testimoniato da alcuni vicini di casa, proseguivano l’attività tra lo stabile di via Anfossi, con un frequente via vai di studenti, e il vicino parco di largo Marinai d’Italia. Le dosi che i due offrivano avevano particolare successo tra i minorenni perché con soli cinque euro, una somma a disposizione di qualsiasi studente, i coetanei potevano acquistare piccole confezioni da 0,3 grammi, sufficienti per uno spinello.

IL REDDITO – La marijuana che è stata trovata, per stessa ammissione dei ragazzi, veniva acquistata a 9-10 euro al grammo e rivenduta a 13-14. E l’utile veniva sempre reinvestito in altra droga, a parte qualche centinaio di euro «per le spese». Sgomenti i genitori di entrambi, che non si erano accorti dell’attività impiantata dai figli e nemmeno della florida disponibilità economica, tanto che continuavano a versare loro la paghetta mensile. Ora i due si trovano rinchiusi al carcere minorile Beccaria.

Redazione online
03 febbraio 2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: