• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

«Ammazzateci tutti», altre minacce

Fonte: Settegiorni Alto Milanese
24 febbraio 2012

 LOTTA CONTRO LA MAFIA – L’associazione, nata a Locri e diffusa in tutta Italia, è sempre nel mirino

Velentino Magliaro, il rappresentante locale: «Non riusciranno a fermarci»

VANZAGHELLO (rds) «Non hanno tanto piombo per ammazzarci tutti, come ho commentato anche su facebook; non ce la faranno mai perché come Aldo Pecora e come me ce ne sono altri cento e nonostante le minacce ricevute facciamo sempre di più e non ci fermiamo. Non per nulla l’associazione si chiama così: è la nostra sigle, il nostro motto ed esprime quello che noi pensiamo». Questo il grido contro la mafia di Valentino Magliaro, giovane del paese che da qualche mese è a fianco del coordinatore regionale dell’associazione antimafia Ammazzateci tutti – nata a Locri nel 2005 all’indomani dell’omicidio Fortugno – Massimo Brugnone, quando ha appreso la notizia del messaggio minatorio anonimo lasciato lunedì 20 sull’auto di Aldo Pecora, 26 anni, presidente dell’associazione, insieme a due bossoli esplosi vicino alle ruote e che recitava: «Scopelliti ti aspetta a braccia aperte, farai la fine di Gratteri e Creazzo, boom». I commenti di Pecora su facebook sono giustamente concisi: «Spero si sia trattato di uno scherzo di carnevale, seppur di cattivo gusto e preferisco mantenere il riserbo dovuto sulla vicenda. Ringrazio comunque tutti per la vicinanza e la solidarietà»; ma l’indignazione di Valentino è abbagliante: «Glie è arrivato questo foglietto dove era scritto che avrebbe fatto la fine di Scopelliti, il giudice ammazzato nel 1991, quindi praticamente l’hanno condannato a morte; è un episodio molto grave, prima di tutto perché del consiglio direttivo nazionale fa parte anche la figlia del giudice, Rosanna Scopelliti, che collabora con noi e cosa ancora più grave è che questo messaggio è arrivato lo stesso giorno in cui a Reggio Calabria si doveva intitolare l’aula bunker proprio in memoria del giudice. Per questo il pullman che partirà da Busto Arsizio verso Genova il 17 marzo in occasione della giornata nazionale contro la mafia – per le cui prenotazioni basta scrivere a lombardia@ammazzatecitutti.org – assume un valore ancora più importante: vorremmo che si partecipasse numero: abbiamo messo un costo simbolico di dieci euro in modo che chiunque abbia la possibilità di partecipare ed è un’occasione per lasciare un messaggio forte: significa che noi non ci fermeremo e continueremo a fare molte più cose. Il messaggio? «Avvicinarsi al movimento, aiutarci a sostenere la lotta alla criminalità e informarsi per capire quello che succede in Italia ma anche sul nostro territorio e rendersi così conto che la mafia esiste anche al nord e che ci sono giovani – che devono essere aiutati dalle Amministrazioni e dagli stessi cittadini – che non vogliono crescere nella totale indifferenza e che sentono il valore vero della legalità».

Sara Riboldi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: