• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

Le mani della mafia sui locali del centro anche il Samarani Cafè è sotto sequestro

Fonte: www.milano.repubblica.it

Operazione della guardia di finanza per l’inchiesta della Dda sulla cosca dei D’Agosta: nel mirino lo storico bar in piazza Diaz. Il giorno prima, invece, i sigilli a un bar controllato dalla camorra

La guardia di finanza di Milano, nell’ambito dell’inchiesta della Dda sulla presunta cosca mafiosa dei D’Agosta con al centro l’intestazione fraudolenta di beni per 5 milioni di euro, ha sequestrato lo storico bar-ristorante milanese Samarani Cafè, in piazza Diaz, a due passi dal Duomo. Nell’ambito delle indagini sul reimpiego di capitali illeciti, i finanzieri del nucleo di polizia tributaria hanno messo i sigilli anche all’hotel Il Faro Molarotto in Costa Smeralda e ad un altro bar in provincia di Olbia. Sempre a Milano, il giorno prima, un bar del centro era stato posto sotto sequestro nell’ambito di un’inchiesta sulla camorra.

Il decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip milanese Anna Maria Zamagni, riguarda una autovettura e quote di tre società di proprietà o gestite, anche attraverso prestanome, da due appartenenti alla criminalità organizzata, già condannati a vario titolo per associazione di stampo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. Il valore complessivo dei beni sottoposti a vincolo giudiziario ammonta a circa 5 milioni di euro.

Gli accertamenti dei militari hanno riguardato in particolare due presunti appartenenti a una cosca mafiosa di Vittoria (Ragusa), Carmelo e Gianfranco D’Agosta, già condannati a vario titolo per associazione mafiosa e traffico di droga. Stando alle indagini, coordinate dal pm Claudio Gittardi, sarebbero emerse una serie di “discrasie” fra i redditi dichiarati dai due e i beni intestati a loro o a presunti prestanome. Ipotesi che ha fatto scattare il sequestro preventivo in base alle norme sull’intestazione fittizia di beni relative a soggetti già condannati per associazione mafiosa. Il Samarani cafè era già stato coinvolto, negli anni Novanta, in indagini simili che riguardavano presunti esponenti mafiosi siciliani e investimenti illeciti in locali e attività a Milano.

(05 luglio 2012)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: