• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

‘Ndrangheta, blitz da Milano a Reggio un magistrato calabrese fra gli arresti’

‘Ndrangheta, blitz da Milano a Reggio un magistrato calabrese fra gli arresti’

“Un giudice aiutava le ‘ndrine calabresi” secondo il pm Ilda Boccassini, che ha disposto l’inchiesta. La Dda milanese fa arrestare Vincenzo Giglio, presidente della sezione ‘Misure di prevenzione’ del tribunale di Reggio Calabria, un consigliere regionale del Pdl pdl e un avvocato milanese

fonte: http://www.repubblica.it del 30 novembre 2011

'Ndrangheta, blitz da Milano a Reggio un magistrato calabrese fra gli arrestati
Il Pm Ilda Bocassini

MILANO – Maxiblitz contro la zona grigia della ‘ndrangheta. Da Milano a Reggio Calabria, una maxi operazione è scattata questa mattina contro affiliati alla famiglia Valle-Lampada, ma anche contro una serie di professionisti che li aiutavano con i propri servigi. Coinvolti un rappresentante delle forze dell’ordine lombardo, un politico calabrese e un magistrato. L’inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini e l’ordinanza di custodia cautelare è stata firmata dal gip Giuseppe Gennari.

In particolare sono finiti in carcere Raffaele Ferminio per associazione mafiosa e intestazione fittizia di beni; un medico di Reggio Calabria, Vincenzo Giglio, per concorso esterno in associazione mafiosa; Giuseppe Vincenzo Giglio, presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Reggio Calabria ed esponente di spicco di Magistratura democratica, per corruzione, rivelazione di segreti d’ufficio e favoreggiamento personale aggravato dalla finalità di favorire l’associazione mafiosa; Francesco Lampada (già detenuto per associazione mafiosa) per corruzione e intestazione fittizia di beni, concorso in usura e intestazione fittizia di beni.

In carcere poi Giulio Giuseppe Lampada (associazione mafiosa, corruzione, concorso in rivelazione di segreti d’ufficio, intestazione fittizia di beni) Vincenzo Minasi, avvocato del foro di Palmi e con studi a Milano e Como (concorso esterno in associazione mafiosa, rivelazione di segreti d’ufficio, intestazione fittizia di beni, reati aggravati dalla finalità di favorire l’associazione mafiosa). L’ordinanza di custodia cautelare in carcere riguarda anche Luigi Mongelli, maresciallo capo della guardia di finanza, arrestato per corruzione; Franco Morelli, consigliere regionale calabrese, per concorso esterno in associazione mafiosa, rivelazione di segreti d’ufficio e corruzione, e Leonardo Valle per associazione mafiosa, corruzione e intestazione fittizia di beni.

Ai domiciliari è finita invece Maria Valle, moglie di Francesco Lampada, arrestata per corruzione. Sono in corso anche numerose perquisizioni della squadra mobile di Milano e di Reggio Calabria fra il capoluogo calabrese e quello lombardo. Tra i destinatari delle perquisizioni anche c’è Giusti, giudice del tribunale di Palmi, che è indagato per corruzione in atti giudiziari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: