• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

Omicidi, estorsioni, investimenti immobiliari. I luoghi di mafia in una mappa

GALLARATE

L’idea di VareseNews di una mappa che rappresentasse la storia degli ultimi dieci anni su una mappa è stata ripresa dall’Associazione AiSLo, che ne ha fatto una versione stampata

fonte: VareseNews

Estorsioni, omicidi, intimidazioni, ma anche investimenti immobiliari e altri affari. L’attività delle mafie nel territorio tra Basso Varesotto e Alto Milanese sono state messe in luce dalle indagini e dalle prime sentenze (in primo grado) che hanno colpito la ‘ndrangheta del locale Lonate Pozzolo-Legnano, ma anche la mafia gelese a Busto Arsizio e la camorra nella zona di Malpensa.
Vedere i luoghi della mafia su una mappa fa impressione e aiuta a comprendere il fenomeno, a non dimenticare i tasselli: per questol’Associazione Italiana Sviluppo Locale ha deciso di riprendere l’idea di VareseNews di una “mappa interattiva” per farne uno strumento di “narrazione collettiva”. Proprio “la lotta alle mafie come narrazione collettiva” era il titolo dell’incontro tenutosi mercoledì pomeriggio alla libreria Biblos, con Pasquale Iorio (AiSLo, autore del libro dedicato al tema) e Massimo Brugnone dell’associazione per la legalità Ammazzateci Tutti. La mappa “Luoghifimafia” sarà a disposizione di chiunque la voglia utilizzare, attraverso l’associazione AiSLo, che ha una sede anche a Gallarate. Inoltre in futuro è previsto che la mappa rimanga aggiornata .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: