• Archivi

  • Foto Ammazzatecitutti Lombardia

‘ndrangheta, una Cadillac e una Triumph fra i beni sequestrati all’ex manager Asl

Fonte: http://www.milano.repubblica.it

Operazione della Dia a carico dell’ex direttore generale dell’azienda sanitaria pavese Chiriaco
Nel mirino anche quote societarie, conti correnti, immobili. Giorni fa un nuovo ordine di arresto

Quote societarie, conti correnti, immobili, lotti di terreno edificabili, due prestigiose autovetture (una Cadillac e una Triumph), per un valore complessivo di circa un milione di euro, tutti riconducibili all’ex direttore della Asl pavese Carlo Chiriaco sono stati sequestrati dagli agenti della Direzione investigativa antimafia (Dia) di Milano. Il provvedimento “preventivo d’urgenza” è stato disposto dalla Procura milanese.

Chiriaco, arrestato nel corso del maxiblitz contro l’ndrangheta del 13 luglio scorso, è stato raggiunto in carcere anche da un nuova ordinanza di custodia cautelare in relazione a un concorso in turbativa d’asta per l’assegnazione in diritto di superficie di un lotto del piano di zona per l’edilizia economica e popolare a Borgarello, che il 21 ottobre scorso aveva portato all’arresto del sindaco del piccolo comune del Pavese, il 41enne palermitano Giovanni Valdes, del vicedirettore generale del Credito cooperativo di Binasco (Milano), il 46enne milanese Alfredo Introini, e dell’imprenditore immobiliare di origini pugliesi Salvatore Paolillo, 55 anni.

‘Ndrangheta, tre arresti in Lombardia

Fonte: http://www.ansa.it

In manette anche il sindaco di un comune del Pavese

21 ottobre, 09:26

MILANO – Tre nuovi arresti nell’ambito dell’operazione interforze ‘Il crimine’ che la scorsa estate ha sgominato una vasta rete di ‘ndranghetisti nel nord Italia, sono stati compiuti oggi in Lombardia. Nelle prime ore di questa mattina, infatti, personale della Direzione Investigativa Antimafia di Milano ha eseguito tre ordinanze di custodia cautelare, due delle quali tra la provincia di Milano e quella di Pavia. I provvedimenti, emessi dal gip di Milano Andrea Ghinetti su richiesta dei pm della Dda di Milano Boccassini, Storari  e Dolci, scaturiscono dalle ulteriori indagini seguite all’ operazione dello scorso mese di luglio.

Gli arrestati sono Giovanni Valdes, 41 anni, originario di Palermo, sindaco del comune di Borgarello (Pavia), ed “esponente di una lista civica appoggiata dal centro destra”, Alfredo Introini, 46 anni, di Milano, già vice direttore generale del Credito Cooperativo di Binasco (Milano), e Salvatore Paolillo, nato a Gravina di Puglia, 56 anni, imprenditore nel settore immobiliare. Si tratterebbe, quindi,  ancora una volta, di esponenti ben radicati nelle istituzioni politiche ed economiche del territorio lombardo.

Secondo quanto si è appreso, la Dia avrebbe raccolto pesanti elementi a carico dei tre arrestati in relazione ad un reato commesso, secondo le accuse, in concorso con lo stesso Chiriaco in merito a una turbativa d’asta per l’assegnazione “di un lotto del Piano di zona per l’edilizia economica e popolare del comune di Borgarello, con l’aggravante, per il sindaco, di aver commesso il fatto nella sua veste di preposto alla gara stessa”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: